Friday, September 25, 2009

Pieces of Eight

Come scrivevo sulla SocioRetePortinaia (Facebook), mai litigare con il pavimento. E' come un soffitto, ma ha la cattiva abitudine di attirare i corpi (solidi, liquidi e umani) verso di sè a velocità sorprendente. Ieri sera ho sfidato il pavimento del Dojo ad una gara di velocità e ho perso per KO tecnico. La lezione che ne traggo, e che mi è stata doviziosamente spiegata dal Sensei e poi, en garde, sussurrata dal mio compagno di botte (Ivano), è la seguente:

  • Le tecniche debbono essere apprese per gradi (se no, a cosa servono gli allenamenti?).
  • Non bisogna avere fretta.
  • Le tecniche debbono essere precise.
  • Un buon percorso per ottenere la precisione passa per lo studio dei movimenti, poi per lo studio della velocità, ed infine per lo studio della forza. Cercare velocità e forza senza studiare attentamente e con costanza la correttezza dei movimenti e la coordinazione necessaria significa (nei casi migliori) finire sul pavimento o (nei casi peggiori) finire sul pavimento a causa di qualcuno.
Una frase, in particolare, mi ritorna in mente: "La forza reale nasce dalla modestia". E, sinceramente, nel mio Dojo riesco proprio a percepirla, questa forza.
:-)


2 comments:

Ivan oNAmRÈg said...

complimenti... scrivi molto bene e riesci a far trasparire in queste parole quello che provi e hai provato durante l'allenamento. dico la verità: la curiosità e la voglia di cominciare aumenta. io mi chiamo Ivan e ci vedremo, molto probabilmente martedì (giorno della mia prima lezione)... ah, se per caso Filippo mi odia, ti prego di convincerlo a volermi bene :D ... grazie... ah, io sono Ivan, tanto piacere! ciao

Gabba said...

Ciao e benvenuto :-)